logo
Richiedi maggiori informazioni:

CONTATTACI SUBITO

Testa i nostri servizi:

ANALISI CONTO CORRENTE GRATIS


LASCIA IL TUO NUMERO!

Ti richiameremo entro pochi istanti
Servizio dedicato alle Aziende.

Telefono: *
Azienda: *
(Info Privacy):
Acconsento*
 
Richiedi maggiori informazioni:

CONTATTACI SUBITO

Testa i nostri servizi:

ANALISI CONTO CORRENTE GRATIS

  • Rating d'impresa e Business Plan

    Per prevedere i rischi e pianificare il futuro della tua azienda

  • Studio bancario e finanziario per imprese

    Analisi dettagliata c/c e individuazione eventuali abusi degli istituti di credito

  • Leasing e mutui aziendali

    Verifica usurarietà dei mutui e assistenza alla risoluzione dei contratti

  • Contrattualistica internazionale per imprese

    Per un proficuo rapporto commerciale internazionale

  • Rating d'impresa e Business Plan

    Per prevedere i rischi e pianificare il futuro della tua azienda

  • Studio bancario e finanziario per imprese

    Analisi dettagliata c/c e individuazione eventuali abusi degli istituti di credito

  • Leasing e mutui aziendali

    Verifica usurarietà dei mutui e assistenza alla risoluzione dei contratti

  • Contrattualistica internazionale per imprese

    Per un proficuo rapporto commerciale internazionale

CONSULENZA FINANZIARIA AZIENDALE & RATING D’IMPRESA

  • Home

Usura, Commissione di massimo scoperto e Circolari della Banca d’Italia

… anche la CMS dev’essere tenuta in considerazione quale fattore potenzialmente produttivo di usura, essendo rilevanti ai fini della determinazione del tasso usurario, tutti gli oneri che l’utente sopporta in relazione all’utilizzo del credito , indipendentemente dalle istruzioni o direttive della Banca in cui si prevedeva che la CMS non dovesse essere valutata ai fini della determinazione del tasso effettivo globale degli interessi, traducendosi in un aggiramento della norma penale che impone alla legge di stabilire il limite oltre il quale gli interessi sono sempre usurari.”

“Le circolari e le istruzioni della Banca non rappresentano una fonte di diritti e obblighi e nella ipotesi in cui gli istituti bancari si conformino ad una erronea interpretazione fornita dalla Banca in una circolare, non può essere esclusa la sussistenza del reato sotto il profilo dell’elemento oggettivo. Le circolari o direttive, ove illegittime e in violazione di legge, non hanno efficacia vincolante per gli istituti di credito sottoposti alla vigilanza della Banca, neppure quale mezzo di interpretazione, trattandosi di questione nota nell’ambiente del commercio che non presenta in sé particolari difficoltà, stante anche la qualificazione soggettiva degli organi bancari e la disponibilità di strumenti di verifica da parte degli istituti di credito

“ il chiaro tenore letterario del comma IV dell’art. 644 c.p. (secondo il quale per la determinazione del tasso di interesse usurario si tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate all’erogazione del credito) impone di considerare rilevanti, ai fini della determinazione della fattispecie di usura, tutti gli oneri che un utente sopporti in connessione con il suo uso del credito. Tra essi rientra indubbiamente la Commissione di massimo scoperto, trattandosi di un costo indiscutibilmente collegato all’erogazione del credito, giacchè ricorre tutte le volte in cui il cliente utilizza concretamente lo scoperto di conto corrente, e funge da corrispettivo per l’onere, a cui l’intermediario finanziario si sottopone, di procurarsi la necessaria provvista di liquidità a tenerla a disposizione del cliente”.

… se pendente l’apertura di credito, il correntista non si sia avvalso della facoltà di effettuare versamenti, è indubbio che non vi sia stato alcun pagamento da parte sua, prima del momento in cui, chiuso il rapporto, egli provveda a restituire alla banca il denaro in concreto utilizzato; nel caso, invece, che, durante lo svolgimento del rapporto il correntista abbia effettuato non solo prelevamenti, ma anche versamenti, in tanto questi ultimi potranno essere considerati alla stregua di pagamenti, tali da poter formare oggetto di ripetizione (ove risultino indebiti), in quanto abbiano avuto lo scopo e l’effetto di uno spostamento patrimoniale in favore della banca. Questo accadrà qualora si tratti di versamenti eseguiti su un conto “scoperto” (cui non  accede alcuna apertura di credito a favore del correntista, o quando i versamenti siano destinati a coprire un passivo eccedente il limite dell’accreditamento) e non, viceversa, in tutti i casi nei quali i versamenti in conto, non avendo il passivo superato il limite dell’affidamento concesso al cliente, fungano unicamente da atti ripristinatori della provvista della quale il correntista può ancora continuare a godere”.

Elaborazione gratis dal vostro ufficio!

Da oggi potete inserire, cliccando il tasto “Analisi di primo livello” sulla home page, un trimestre della banca e del conto corrente che desiderate.

Il tutto gratis!

Potete inserirlo direttamente dal vostro ufficio e con un click scoprirete l’andamento del vostro conto e i costi che la Vostra azienda sostiene!

[scbutton link=”/servizi/analisi-di-primo-livello/” target=”blank” variation=”blue_light” size=”small” align=”none”]Analisi di primo livello[/scbutton]

Sede

Via Venezia, 131
36015 Schio (VI)

0445 575311 (6 linee r.a.)

info@errediconsulting.com

Social & Friendship