logo
Richiedi maggiori informazioni:

CONTATTACI SUBITO


LASCIA IL TUO NUMERO!

Ti richiameremo entro pochi istanti
Servizio dedicato alle Aziende.

Telefono: *
Azienda: *
(Info Privacy):
Acconsento*
 
Richiedi maggiori informazioni:

CONTATTACI SUBITO

Analisi dettagliata del conto corrente e individuazione di eventuali abusi ai fini di impugnazione del decreto ingiuntivo o richieste di saldo bancario non dovuto

Analisi dettagliata del conto corrente e individuazione di eventuali abusi ai fini di impugnazione del decreto ingiuntivo o richieste di saldo bancario non dovuto

Verifica usurarietà dei conti correnti, dei mutui, dei leasing e dei finanziamenti a vario titolo
 

Verifica usurarietà dei conti correnti, dei mutui, dei leasing e dei finanziamenti a vario titolo 
  • Home

Decreto ingiuntivo notificato dalla Banca: come difendersi?

Opporsi ad un decreto ingiuntivo richiesto dalla banca.

Anatocismo bancario: come difendersi

Il decreto ingiuntivo è un atto attraverso il quale la banca chiede il pagamento del saldo risultante dalle proprie scritture contabili. A sostegno della domanda di ingiunzione, presentata avanti al Tribunale di competenza, la banca espone una dichiarazione con la quale afferma che “ai sensi dell’art. 50 del D.Leg. n. 385/93 il credito è certo, liquido ed esigibile“, talché il Giudice concede la provvisoria esecutività del decreto, che verrà tuttavia sospesa qualora il destinatario si opponesse entro il termine di 40 giorni. Se non si agisce entro questo termine il decreto diviene definitivo e non più impugnabile, e si subiranno le conseguenze del caso.

Perché opporsi?

La risposta è molto semplice: perché i conti correnti, analizzati e ricostruiti in base alle Leggi vigenti ed al contratto intercorso con la banca, presentano differenza assai notevoli, migliorative per il correntista, e conducono ad un significativo abbattimento del debito richiesto, se non addirittura un credito a favore del cliente.  

A tal proposito si producono tre documenti relativi ad una posizione analizzata da Erredi Consulting srl che dimostra l’esito della ricostruzione del conto corrente contabile nonché l’esito della causa promossa in opposizione al decreto ingiuntivo a suo tempo notificato al cliente.

Saldo del conto corrente                                        Ricostruzione corretta                                              Sentenza

con dichiarazione ex art. 50 TUB                                     secondo legge

_______________________                          ____________________                                 ____________

_______________________                          ____________________                                 ____________

 

Come opporsi?

La prima cosa da fare, appena ricevuta la notifica del decreto ingiuntivo, è raccogliere tutta la documentazione inerente al rapporto bancario intercorso a partire da contratto istitutivo e sue modifiche, gli estratti conto mensili, gli scalari trimestrali e contattare la Erredi Consulting srl al n. 0445.575311 e prendere accordi per fissare un appuntamento per una pre-analisi, che è gratuita. Una volta analizzata la posizione -a grandi linee- si potrà stabilire la basi per promuovere l’opposizione, tanto con i legali che collaborano con la Erredi Consulting srl, quanto con i legali del Cliente a cui si forniranno tutte le indicazioni opportune per il buon esito dell’azione giudiziaria, attraverso la produzione di una perizia che dimostra documentalmente il diverso saldo.     

La Erredi Consulting srl sarà sempre a fianco del cliente anche in fase giudiziale, soprattutto qualora il Giudice dovesse nominare un proprio consulente per il controllo degli elaborati e ciò al fine di vigilare sulla corretta applicazione delle Leggi vigenti in materia bancaria.

La trasparenza: Vol. 2

Continuando la disamina della normativa sulla trasparenza bancaria, vediamo nel dettaglio quali sono gli strumenti che la realizzano e che ogni cliente dovrebbe, prima e durante il compimento di un’operazione, pretendere dagli istituti di credito.

Invero, oltre all’obbligo di adempiere a tutta quella serie di oneri di pubblicità e informazione di cui al nostro articolo precedente, spetta a gli istituti di credito l’obbligo di rispettare alcune determinate formalità. In particolare, l’art. 117 T.U.B. pone un obbligo tassativo (sanzionato a pena di nullità del contratto) di redazione in forma scritta di tutti i contratti, ad eccezione di quelli per i quali il CICR (Comitato Interministeriale del Credito e Risparmio) non ravvisi la necessità per motivate ragioni tecniche.

A norma poi dei successivi commi 4 e 5, tutte le condizioni economiche devono essere indicate specificamente con la possibilità di derogare ad esse in senso sfavorevole al cliente solo se questa possibilità è prevista da apposita clausola approvata per iscritto.

Doveroso, a questo punto, il richiamo al problema della modifica unilaterale delle condizioni contrattuali che è oggetto, nello specifico, dell’art. 118 T.U.B. che ne prevede modi e condizioni per l’efficacia (c.d. ius variandi).

Affinché la modifica unilaterale delle condizioni praticate dalla banca sia legittima, è necessario che essa sia portata a conoscenza del cliente secondo le modalità previste dall’articolo precitato, il quale prevede che le variazioni vengano precedute dall’invio al cliente di una comunicazione, preventiva e scritta, che riporti in modo evidenziato la formula “Proposta di modifica unilaterale del contratto” nonché l’indicazione del giustificato motivo, con preavviso minimo di 30 gg.

Nel caso, inoltre, in cui la variazione sia sfavorevole al cliente, le norme di vigilanza impongono l’invio di un “documento di sintesi” aggiornato che evidenzi tutte variazioni effettuate.

Usura mutuo

… ai fini dell’applicazione dell’art. 644 del codice penale e dell’art. 1815, secondo comma, del codice civile, si intendono usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge nel momento in cui essi sono promessi o comunque convenuti, a qualunque titolo, quindi anche a titolo di interessi moratori”.

Sede

Via Venezia, 131
36015 Schio (VI)
Calcola percorso

0445 575311 (6 linee r.a.)

info@errediconsulting.com

Social & Friendship